consigli > rivista 008

Disoccupazione non è sinonimo di ozio

La gincana delle candidature

Oziare e godersi l'assicurazione disoccupazione? Non è così facile. Solo grazie a una ricerca di lavoro attiva potrai ricevere un'indennità disoccupazione. Ti conviene quindi rispettare gran parte delle seguenti direttive.

Non dimenticare di iscriverti

Vieni uffi cialmente considerato disoccupato dal momento in cui ti iscirivi alla disoccupazione e, ottima cosa, puoi farlo prima di aver fi nito gli studi. A seconda dei cantoni, hai la possibilità di farlo in comune o presso l'uffi cio regionale di collocamento (uRC). Devi portare la tua carta AVS, un documentod'identità, un'attestazione di domicilio e, per i cittadini stranieri, il permesso di soggiorno. Quando ti iscriverai dovrai scegliere la cassa di disoccupazione (CD) competente alla quale, ogni fine mese, comunicherai i tuoi «dati di controllo» e l'«attestato su guadagno intermedio».

Cooperazione: chiave di volta

Dopo che ti sarai iscritto personalmente alla disoccupazione presso l'ufficio competente del tuo cantone verrai invitato a partecipare a una seduta informativa organizzata dall'uRC e alla quale devi andare di persona. In seguito il tuo o la tua consulente personale fi sserà appuntamenti individuali per darti consigli e controllarti, ai quali sarai tenuto a presentarti. Dovrai portare un attestato che certifichi la tua formazione.

Hai inoltre l'obbligo di cooperare, cioè di fornire alle autorità competenti tutte le informazioni necessarie e di annunciare quanto prima qualsiasi cambiamento relativo alla tua indennità di disoccupazione, quali guadagno intermedio, attività indipendente, malattia o persino incidente.

L'obbligo di ridurre il danno ti impone di svolgere qualsiasi attività accettabile per evitare e abbreviare il tuo periodo di disoccupazione. prima ancora di iscriverti in modo effettivo alla disoccupazione devi sforzarti di trovare un lavoro tramite una candidatura standard (non un'offerta spontanea). Ogni mese devi essere in grado di giustifi care le tue ricerche di lavoro all'uRC, che ti indicherà il numero di candidature da effettuare. Inoltre, non appena ti viene proposto un posto «accettabile», sei tenuto ad accettarlo.

Accettabilità

In linea di massima, tutti i posti di lavoro sono considerati accettabili. Ma fanno eccezioni i posti che:

  • non corrispondono alle condizioni di lavoro abituali
  • non prendono in considerazione in modo soddisfacente le tue competenze e attività abituali
  • non corrispondono alla tua personalità (età, salute, situazione familiare)
  • richiedono ogni giorno più di quattro ore di viaggio
  • rendono più diffi cile la reinserzione nella professione, qualora questa fosse prevista
  • ti fanno guadagnare uno stipendio inferiore al 70 % del guadagno assicurato (tranne in relazione a pagamenti di compensazione in caso di un guadagno intermedio).

Dato che hai un guadagno assicurato molto modesto perché versi contributi da poco tempo (se non sei riuscito a lavorare più di 12 mesi a causa degli studi o perché hai lavorato solo part-time), lo stipendio è un motivo molto poco pertinente per rifi utare un lavoro. Sei giovane, probabilmente non hai figli a carico e non hai ancora imparato un mestiere concreto. L'unica ragione per la quale potresti rifi utare un posto di lavoro sarebbe l'eccessivo tempo di viaggio.

 
 
powered by [kesako]