consigli > rivista 007

Tutto ciò che devi sapere sugli stage...

... per affinare il tuo progetto lavorativo

A cosa servono?

È vero che dopo gli studi uno stage può sembrarti di troppo. Eppure, è una tappa che si rivela utile e che può avere molto da offrirti. Quindi... Lo stage ti permetterà di affinare il tuo progetto lavorativo. Scoprirai ciò che fa per te e, viceversa, anche ciò che non ti piace : per esempio, puoi ritrovarti a lavorare in una grande azienda e renderti conto che saresti più a tuo agio in un'impresa con meno dipendenti. Ti aiuterà inoltre a delineare meglio l'ambito nel quale vuoi avanzare.

Infine, lo stage è anche un'occasione per mettere in pratica tutto ciò che hai imparato con la teoria e di capire cosa è utile per te e cosa non lo è. Imparerai in questo modo a trasformare le tue conoscenze in vere e proprie competenze.

Anche se hai l'impressione di aver studiato per numerosi anni - troppi! - ci sono senz'altro cose che ancora non sai. È quindi l'occasione di acquisire ulteriori conoscenze e di diventare più competente per il tuo futuro lavoro.

Lo stage si dimostra anche molto utile quando cerchi lavoro. Potrai quindi mettere sul tuo curriculum che hai già un'esperienza lavorativa - una condizione che viene spesso richiesta. Non dimenticare, alla fine del tuo stage, di chiedere un certificato di lavoro; il tuo dossier diventerà così più personale e più interessante per i tuoi futuri reclutatori.

Farai sicuramente degli errori, ma in quanto stagista, non ha molta importanza poiché, per l'appunto, uno stagista è lì per imparare.

Questa prima esperienza professionale ti permetterà di vedere come funziona il mondo del lavoro. È possibile che l'esperienza non sia piacevole, ma ti servirà quindi a evitare di commettere gli stessi errori quando sarai alla ricerca di un lavoro.

Un altro vantaggio è che ti costituirai una prima rete di relazioni professionali, che ti sarà senz'altro molto utile per il seguito.

E soprattutto, potrebbe essere l'occasione, una volta fi nito lo stage, di conseguire
un posto di lavoro nell'azienda stessa.

Quando farli?

Il periodo ideale è subito dopo la fine degli studi. Tuttavia, è sempre possibile fare uno stage durante gli studi se hai qualche mese di pausa tra due periodi di lezioni. Le lezioni che seguirai in seguito avranno sicuramente un senso più defi nito perché avrai già messo in pratica la teoria acquisita e afferrerai meglio l'importanza del corso in questione.

Potresti anche fare uno stage dopo il primo lavoro per capire se un altro tipo di azienda o di impiego potrebbero piacerti maggiormente. Ma stai comunque attento a non accumulare gli stage inutilmente...

Come trovarli?

Idealmente, dovresti iniziare a cercarne uno durante il tuo ultimo anno di studio per poter iniziare al più presto una volta ottenuto il tuo diploma. Alcune associazioni mettono a disposizione delle liste di stage. A volte, per esempio, alcune associazioni di lavoratori possono informarti sui posti disponibili e darti consigli sul tipo di contratto da fi rmare. Nei giornali o sui siti Internet dedicati alla ricerca di lavoro, trovi spesso annunci che offrono posti di stage dopo gli studi.

Per qualsiasi tipo di stage, devi munirti di un dossier completo con tanto di lettera di motivazione, di curriculum e di eventuali certifi cati di lavoro. Come per tutte le ricerche di lavoro, hai più probabilità di essere preso se ti informi sull'azienda presso la quale fai la domanda di assunzione. Avrai più credito al momento del colloquio se sai a chi ti stai rivolgendo.

Una soluzione può essere quella di sfruttare la tua rete di relazioni personali. Forse hai uno zio a capo delle risorse umane proprio nell'azienda che ti interessa... parla con i tuoi conoscenti della tua voglia di trovare uno stage e di acquisire una prima esperienza nel mondo del lavoro. Sarai senz'altro sorpreso di scoprire a che punto la rete può essere utile.

A volte, le università o le scuole hanno delle convenzioni interessanti con delle aziende e dispongono di una lista di stage disponibili. Informati, perché è inutile fare tutto il lavoro di ricerca se persone competenti l'hanno già fatto... Inoltre, alcune imprese assumono ogni anno uno o più stagisti in questo modo; sono quindi abituate ad averne e sanno cosa possono pretendere dai diplomati e cosa non possono.

Le fiere o i forum, come il Salon des Étudiants, sono un buon metodo per avere un primo contatto con i reclutatori. A volte, è più facile distinguersi dagli altri candidati avendo un contatto personale, piuttosto che mandando un dossier di candidatura.

Ci sono quindi vari mezzi a disposizione. Sta a te ora scegliere quello che fa più al caso tuo, senza però dimenticare di fare tutto con suffi ciente anticipo.

I rischi?

Dopo tutte le ricerche, ecco che sei stagista. Devi pretendere di firmare un contratto con delle condizioni chiare e precise. puoi chiedere uno o due giorni di rifl essione e farlo leggere a qualcuno che se ne intenda. I tuoi incarichi devono essere defi niti con precisione, per evitare qualsiasi tipo di equivoco. Come tutti i dipendenti hai degli obblighi, ma anche dei diritti.

Deve essere indicata la durata dello stage : idealmente non più di un anno, periodo dopo il quale puoi pretendere un posto fi sso.

Se quando finisci il tuo primo stage non trovi subito lavoro, potresti essere tentato di farne un secondo, perché «è sempre meglio di niente». Ma un cumulo di stage sul tuo curriculum non farà per forza una buona impressione, perché potrebbe signifi care che non riesci a ottenere un «vero» lavoro.

Normalmente, se ti fai aiutare da un'associazione, dalla scuola o dall'università, hai la garanzia che il tuo futuro datore di lavoro non penserà che tutto gli sia permesso. Invece, se trovi lo stage da solo, assicurati che disporrai di una direzione e di aiuti sufficienti. Proprio per questo motivo è utile chiedere di avere un «tutor», che potrai incontrare regolarmente per stabilire gli obbiettivi. Fare uno stage è bene, ma farlo bene è meglio e ti sarà molto più utile per il seguito.

Alcune imprese hanno la cattiva abitudine di reclutare solamente stagisti e per di più stagisti con esperienza. perché pagare un dipendente quando si può trovare personale qualifi cato per quattro soldi?

Alla fine dello stage può darsi che ti venga richiesta una relazione scritta per vedere se hai saputo cogliere tutti gli aspetti importanti dell'ambito nel quale hai lavorato. Informati sin dall'inizio per essere preparato e scriverla gradualmente. Questo compito può sembrarti un po' fastidioso, ma ti permette di capire ciò che vuoi osservare e imparare e ti aiuterà a mettere a fuoco il lavoro effettuato. È un ottimo metodo per mettersi in questione, rifl ettere sul mestiere e correggere alcuni elementi. Chiedi al tuo tutor di darti regolarmente dei feedback e di redigere un resoconto fi nale. Così imparerai a conoscere i tuoi punti di forza e le eventuali lacune o aspetti da migliorare. Ciò ti permetterà di instaurare un dialogo con il tuo datore di lavoro e alla fi ne dello stage, avrai imparato a conoscerti meglio e saprai quali qualità professionali valorizzare per i tuoi prossimi colloqui.

Come detto prima, richiedi un certificato di stage nel quale vengono menzionati la durata, gli incarichi e le qualità che hai sviluppato per quel lavoro.

Ora sai tutto sugli stage, sta a te fare ciò che occorre per trovarne uno che faccia al caso tuo e che ti permetta di fare quella famosa prima esperienza lavorativa!

 
 
powered by [kesako]