consigli > rivista 007

La lettera di raccomandazione...

... per trovare un impiego

Hai terminato gli studi e vorresti entrare nella vita attiva. Inutile dire che dedicare del tempo alla creazione di una buona documentazione di candidatura è utile. un modo per renderla più personale consiste nell'aggiungervi una o più lettere di raccomandazione. Hai certamente poca esperienza professionale e questa lettera diventa quindi un metodo per fare la differenza con gli altri candidati aggiungendo un tocco ai tuoi diplomi.

A chi chiederla?

puoi chiaramente chiedere a un professore prestigioso, conosciuto oltre le mura dell'università, di redigere la tua lettera di raccomandazione ma se non ti conosce personalmente mancherà l'autenticità e la lettera non rifl etterà le tue qualità.

Scegli piuttosto l'insegnante che ti conosce, con il quale hai avuto contatti durante gli studi. Talvolta è possibile che conosci meglio l'assistente del professore stesso. Infatti l'assistente è spesso più disponibile e meglio disposto ad aiutare gli studenti. In questo caso puoi chiedere a lui di redigere la lettera e al professore di dare il suo accordo e di fi rmarla. Il professore sarà certamente contento di non dovere dedicare del tempo per rifl ettere sulla redazione...

La scelta dell'insegnante può anche essere fatta secondo il settore d'insegnamento. È evidente che la lettera avrà un peso maggiore se è redatta da qualcuno che conosce il settore nel quale cerchi lavoro. Se preferisci un professore con il quale hai un contatto privilegiato sarà necessario che spieghi cosa ha osservato e cosa ritiene utile per il tuo futuro datore di lavoro.

Un'altra persona adatta alla redazione della lettera di raccomandazione è il tuo responsabile del pratico. Il vantaggio è che questa persona ti ha visto lavorare. potrà quindi notare il modo in cui ti evolvi nell'ambito professionale. Il responsabile del pratico conosce anche i meccanismi del mestiere e può menzionare che anche tu li hai capiti. Ha seguito il tuo lavoro per diversi mesi e ha visto la tua evoluzione. perciò la lettera sarà personale e autentica.

Talvolta è difficile chiedere al proprio datore di lavoro una lettera di raccomandazione perché ciò signifi ca che lascerai il tuo impiego attuale. Evita di chiederla se siete in confl itto.

Per contro, esistono diverse situazioni nelle quali il tuo datore di lavoro può scrivere una lettera di raccomandazione pertinente. per esempio se hai svolto un lavoro di accompagnamento ai tuoi studi ed è quindi chiaro che lo lascerai quando avrai il diploma in tasca. Oppure se il tuo contratto ha una durata determinata. O ancora se ti trasferisci lontano dal vecchio posto di lavoro... Le circostanze possono quindi spingerti a cercare un nuovo lavoro senza che il tuo attuale datore di lavoro sia contrario a questa decisione. In questi casi, approfi tta per chiedere una lettera di raccomandazione.

Puoi anche chiedere una lettera in caso di licenziamento, se il datore di lavoro si separa da te per delle ragioni fi nanziarie e non perché non è soddisfatto del tuo lavoro.

Come per il responsabile del pratico, il datore di lavoro ha visto il tuo modo di lavorare e può quindi parlarne.

Cosa deve figurare

Come per qualsiasi altra lettera inserita nella tua documentazione di candidatura, la lettera di raccomandazione deve essere redatta in modo formale. Vale a dire che deve fi gurare il luogo e la data e deve essere scritta formalmente (Signora, Signor, forma di cortesia, ecc). Il tuo nome e cognome devono essere naturalmente presenti.

Ciò che importa soprattutto è che siano menzionati i tuoi punti di forza. L'obiettivo di questa lettera è quello di invogliare i reclutatori a incontrarti, affi nché possano farsi un' idea più precisa di te e comprendano che sei il candidato ideale per il posto. Inutile aggiungere alla tua documentazione una lettera di raccomandazione standard, che potrebbe essere redatta da qualsiasi persona. Deve parlare di te e delle tue competenze.

Se la persona che la redige ti ha visto lavorare, può anche annotare le tue capacità di integrazione nel gruppo e di collaborazione. una frase può anche menzionare ciò che i tuoi colleghi hanno apprezzato in te.

Dedica del tempo alla rilettura della lettera di raccomandazione e chiedi delle modifi che se hai l'impressione che sia necessario. puoi anche suggerire di aggiungere gli aspetti che il redattore avrebbe dimenticato.

 
 
powered by [kesako]